Indice degli argomenti

  • Presentazione

    Un laboratorio per imparare diverse tecniche su come fare i burattini e per confrontarsi su come utilizzarli.

    "Burattino” forse viene da "buratto”, straccio, ad indicare che ha origini comuni, povere e anche (soprattutto) che quasi qualsiasi cosa può trasformarsi in burattino, animarsi, comunicare con un pubblico.

    I burattini non sono le raffinate marionette, esistono in tutte le culture (sono stati trovati come corredo tombale in India in tombe risalenti ad oltre 4000 anni fa), possono spaventare, affascinare, divertire i bambini, ma anche gli adulti, insieme a loro.

    I burattini sono, dal momento della loro costruzione a quando li si anima, "oggetti transizionali” nel senso che ci mettiamo qualcosa di noi, sempre, ed esprimiamo, attraverso di loro, emozioni e ragioni che spesso rimarrebbero inespresse, soprattutto quelle che vengono normalmente censurate (come rabbia, risentimento, invidia, depressione).puppet

    Lavorando con una classe a scuola è importante poter disporre di un gruppo di burattini che rappresentino sia i personaggi "buoni” sia quelli "cattivi”. Personaggi felici e tristi, come anche quelli arrabbiati o spaventati, mostrano al bambino che tutte le emozioni sono possibili ed hanno diritto ad essere riconosciute e che, se è problematico  il modo in cui queste emozioni vengono espresse (la violenza fisica o verbale, ad esempio), non lo è il fatto che proviamo una data emozione "negativa”.


    Come è nato questo laboratorio.

    Cercavamo un argomento che ci appassionasse, che potesse permetterci di usare la piattaforma moodle per fare qualcosa di 'pratico'. Che permettesse di approfondire l'uso delle tecnologie come strumento aggiuntivo a quelli da sempre usati in educazione. Che fosse utile e interessante anche per gli altri educatori MCE.

    Cercavamo qualcosa su cui avere esperienza passata ma su cui ci fosse rimasta voglia di approfondire, di confrontarci con colleghi e amici; qualcosa che ci permettesse di integrare il lavoro di programmazione su questo sito con quello svolto direttamente con i bambini. Cercavamo un effetto sinergico tra la piattaforma moodle e il nostro lavoro in classe, tra il nostro programmare da soli (o al massimo in piccoli gruppi) e il poterlo fare con colleghi anche distanti.

    Chiacchierando di una serie di cose sono venuti fuori i burattini.

    Daniele li usa, insieme a Lucia, nel lavoro che da anni fa con le scuole. Lia e Laura hanno seguito un laboratorio molto interessante con Mariano Dolci sulla costruzione e sull'uso dei burattini in campo educativo, organizzato dall'MCE di Pisa nello scorso anno scolastico e progettano di seguire il laboratorio di Mariano sulle ombre, durante l'anno scolastico che sta per iniziare.

    Il campo di comune esperienza e comune interesse lo avevamo trovato.

    Ora bastava mettere giù una struttura e cominciare ad inserirci il materiale già pronto.

    I burattini ci hanno permesso di parlare tra di noi di cose note, interessanti, immediatamente utili nel nostro lavoro e su cui abbiamo ancora tanto da imparare. Solo parlarne e raccontarci piccole esperienze ci ha fatto sorridere e ci ha fatti sentire un po' complici, malgrado il tutto si stesse svolgendo tramite la 'fredda' internet :)

    Ora l'agora va aperta ad altri. Il laboratorio deve prendere forma e aprirsi alle esperienze di tutti.

    Cercheremo di impostare la struttura usando le nostre riflessioni e il materiale che già abbiamo. Chiederemo a Mariano di aiutarci con la sua esperienza.

    Poi arriveranno i contributi di tutti coloro che vorranno iscriversi e partecipare a questo laboratorio che, ne siamo certi, sarà collaborativo e educativo per tutti.


  • Tecniche di costruzione

    [Per ogni tipo:

    • titolo
    • breve descrizione e foto
    • link a pagina con dettagli per la costruzione
    • eventuale fotogallery con esempi realizzati]

    A guanto


    A dito


    Di carta pesta


    Di carta pesta (con la carta igienica)


    Di gommapiuma


    Di cartoncino


    Con la calza


  • Come utilizzarli

    Pro e contro dei vari tipi

    [Riportare i nomi dati nel paragrafo precedente in intestazione piccola, poi, sotto ognuno segnare i pro e i contro]

    Come li abbiamo usati

    [In questa sezione inseriremo le nostre esperienze ma va lasciata libera all'integrazione da parte di tutti. Andrebbe strutturata con:

    • titolo dell'esperienza
    • nome/nomi di chi l'ha fatta
    • breve descrizione
    • link a pagina/video/presentazione/quellochee' apposita/o

    Proposte strutturate (unità didattiche)

    [Qui potrebbero andare esperienze gia' predisposte perche' altri le usino.  Es. quella di  Mariano e il dialogo matematico tra i burattini romano e arabo che si confrontano tra i propri numeri e la loro utilità]

    Come non usarli

      [Eventuali indicazioni su cosa evitare o su esperienze negative. Anche questa sezione strutturata con titoli in intestazione piccola, breve descrizione e link a pagina e/o altro appositi]


    La proposta è di realizzare un percorso di lavoro nelle classi della scuola primaria che comprenda:

    * la fase di realizzazione di un burattino "a guanto” [oltre ai burattini a guanto, esistono burattini da dito, con o senza "gambe”, con all'interno magneti o oggetti che producono suoni, burattini su bastone, burattini per ombre, burattini giganti...] di cartapesta [il materiale più malleabile, resistente ed economico, anche se i burattini possono essere fatti con i materiali più diversi: intagliati nel legno, modellati con la spugna o la creta, realizzati con la calza, le noci e altri frutti e ortaggi, con le palline da ping-pong, con gli spazzolini da denti, con le buste di carta, con i piatti di carta, con le scatole di cartone...] uno per ogni bambino,

    **la fase di invenzione e scrittura della traccia o sceneggiatura

    ***la fase di animazione in modalità varie (a vista, o in un teatrino - stabile o improvvisato) per uno spettacolo o per altre modalità di comunicazione (fotografie per una presentazione, un libro, schede di lavoro...).


  • Spazio per scambio materiali

    [L'idea è quella di inserire qui eventuali disponibilità di materiali che non si trovano facilmente. Chi ha del materiale che non usa ma che può essere utile ad altri potrà renderlo disponibile qui. Poi starà alle singole persone trovare un metodo pratico per incontrarsi o spedirsi le cose.

    Lia

    Ho vari colori alle aniline che servono per colorare la gommapiuma :)

    • La seconda vita

          Regalo burattini fatti 

      a volte ci sono problemi di stoccaggio dopo averli usati per mancanza di spazio e può aver senso dare loro una seconda vita


          Scambio di burattini tra classi

      la corrispondenza freinet portata in ambito digitale; risparmiamo sui francobolli durante il carteggio (che facciamo via email/chat/forum/ecc.) e mandiamo invece un corriere alla fine per scambiarci e regalarci vicendevolmente i burattini fatti.

      • Idee abbozzate

        Domande

        1. Il laboratorio da' origine ad un attestato di formazione riconosciuto, essendo l'MCE ente certificante, oppure e' una cosa tra di noi?


        Idee per il titolo del laboratorio

        Usare i burattini per non essere burattinai

        Laura:

        Ricerca sui burattini come strumento pedagogico


        • I burattini vanno in viaggio

          Foto di burattini in giro per il mondo.

          • Argomento 7

            • Argomento 8

              • Argomento 9

                • Argomento 10