• L'educazione interculturale

    multiculturale

    Un'agenzia di viaggio: l'occasione per fare ricerche e conoscere altri paesi, magari esplorando destinazioni non convenzionali. Un sito internet e altri strumenti online: tecnologie dell'informazione e della comunicazione, strumenti che ci possono consentire un dialogo a distanza, un incontro con altre persone. Siamo al centro del senso di questo laboratorio. 

    Centro e periferia

    Mentre stavo preparando il laboratorio mi sono imbattuto su radio 3 mondo in un'intervista a David Forgacs che stava presentando il libro Margini d'Italia. Il libro tratta diverse figure "emarginate" a partire dagli '70 dell'ottocento fino agli anni '70 del novecento. Due sono le tematiche centrali che mi hanno colpito: la tendenza, spesso per autodefinirsi, a stigmatizzare alcune categorie di soggetti come marginali e di conseguenza emarginarli; l'immagine fissa, statica e monolitica che il racconto mainstream fa di queste categorie di persone.

    Questi due fenomeni mi sono subito apparsi trasversali: non riguardano solo la realtà straniera, ma anche quella italiana. Penso che la riflessione su questo aspetto possa aiutarci a sviluppare un'educazione interculturale che vada veramente al nocciolo del problema: da dove nascano queste tendenze.

    DomandeTopic 5